Smalto bio per le unghie: esiste davvero o è soltanto un mito?


Tra i cosmetici naturali ed ecologici, possiamo trovare anche lo smalto bio per le unghie? Non è semplice rispondere a questa domanda.
Negli ultimi anni siamo state circondate da cosmetici green, tra i quali possiamo trovare tantissimi prodotti per il make-up, senza dimenticare praticamente niente, neppure lo smalto bio per unghie.

Anche se questo concetto sembra abbastanza ossimorico. Infatti, tra i cosmetici, lo smalto è quello che più di tutti sa di chimico: ha un odore pungente e deve essere rimosso con solventi chimici.
Dunque la domanda sorge spontanea: com’è possibile che questo possa essere bio? La spiegazione sta nel fatto che basta saper sfruttare le proprietà degli ingredienti per riuscire ad ottenere una formula non soltanto priva delle ormai note sostanze dannose, ma addirittura realmente bio.
Esistono, infatti, alcuni marchi che possono vantare una formula naturale al 100 per cento, priva di qualsiasi sostanza chimica. Inoltre, grazie alla microincapsulazione ed alla formulazione esclusivamente naturale, questi smalti hanno un odore meno pungente e più piacevole piacevole, asciugano rapidamente e risultano brillanti e resistenti, assicurando anche un buon risultato.

Per poter essere considerati naturali, gli smalti devono essere privi dei temutissimi Big 5, ma sempre caratterizzati dalle medesime qualità degli altri prodotti disponibili sul mercato, come colore, brillantezza e durata.
Ma cosa sono i Big 5? Si tratta di alcune particolari sostanze chimiche, piuttosto nocive, solitamente utilizzate per realizzare le vernici per unghie: toulene, formaldeide, resina di formaldeide, canfora e Dbp.
Gli smalti naturali, oltre ad essere totalmente privi di queste sostanze, sono anche solitamente formulati con una quantità bassissima di ingredienti chimici. nella maggior parte dei casi sono cruelty free, vegan e rispettosi dell’ambiente.